La nostra storia

Il Kiwanis Club Firenze nasce il 21 novembre 1978, primo in Toscana e tra i primi in Italia (il primo è stato il Kiwanis Club Milano nel 1967), perseguendo progetti di “service” a favore dell’infanzia.

Infatti, serving the children of the world é il motto del Kiwanis International ma é anche il motto del Kiwanis Club Firenze.

Ricordiamo alcuni di quelli realizzati dal Kiwanis International Distretto Italia-San Marino, a livello nazionale, in questi ultimi anni ai quali il Kiwanis Firenze ha dato il proprio contributo: creazione di un poliambulatorio pediatrico a Skutari in Albania, in collaborazione con la Madonnina del Grappa, l’adozione a distanza di bambini somali, la costruzione di pozzi in Africa per fornire acqua alle popolazioni dei villaggi, la fornitura di vaccini destinati alla dott.ssa Annalena Tonelli che prestava la sua opera, prima di essere uccisa da ribelli somali, ai bambini affetti da TBC in Somalia e, attualmente, il progetto ELIMINATE in collaborazione con UNICEF per la cura del tetano delle madri e dei neonati nei Paesi del terzo mondo attraverso la distribuzione di vaccini (The EliminateProject.org).

Però il Kiwanis Firenze progetta e realizza anche e soprattutto service a carattere locale, con iniziative che spesso hanno come destinatari i bambini, raccogliendo fondi per i vari service, con l’aiuto di privati ed imprese.

Infatti, per 5 anni, ha collaborato con il Centro Regionale S.I.D.S. (Sudden Infant Death Syndrome o SIDS) presso l’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, contribuendo, con l’acquisto di attrezzature e borse di studio, a cercare di debellare e prevenire la cosiddetta “morte in culla”, cioè la sindrome della morte improvvisa del lattante nota anche come sindrome della morte improvvisa infantile o morte inaspettata del lattante (un fenomeno che non trova ancora alcuna spiegazione presso la comunità scientifica). La sindrome colpisce i bambini nel primo anno di vita ed è a tutt'oggi la prima causa di morte dei bambini nati sani.

Dal 2003 (ed anche per il 2015-2016) si segnala il service a favore del Centro Regionale Toscano Fibrosi Cistica presso l’Ospedale A. Meyer.

Dal 2014 collaboriamo con il Centro per la cura della cosiddetta sindrome di ONDINE , sempre presso l’ospedale pediatrico Meyer: l'Ipoventilazione alveolare primitiva, o sindrome da ipoventilazione centrale congenita (Congenital Central Hypoventilation Syndrome-CCHS), o maledizione di Ondina (che era una ninfa acquatica), è un disturbo raro del sonno, rientrante nella categoria delle ipoventilazioni alveolari centrali, in cui il controllo vegetativo della respirazione risulta assente. Tale difetto comporta la cessazione della ventilazione durante il sonno della persona affetta. E’ una sindrome che colpisce i bambini sin dalla più tenera età che morirebbero soffocati se non venissero aiutati da una macchina , il cui costo è di circa 7-8 mila euro.

Nel 2014-2015 sono stati raccolti fondi per l’Associazione Antropozoa a sostegno del progetto PET THERAPY con il patrocinio della Fondazione Meyer. I volontari dell’Associazione, insieme ai loro animali (soprattutto cani) aiutano, distraendoli, i bambini ricoverati.

Il Kiwanis Firenze ha realizzato il primo di tre BABY PIT STOP presso il Reparto di Neonatologia dell’Ospedale Torregalli, cioè di un’isola all’interno della quale una madre può allattare il proprio bambino e che l’OMS e l’UNICEF raccomandano come uno strumento per diffondere, almeno in tutti i luoghi pubblici, la promozione dell’allattamento al seno. E’ un percorso che UNICEF denomina “BABY FRIENDLY HOSPITAL“ (BFH) e che consiste nel riconoscimento dell’ ”Ospedale amico del bambino”. Questo riconoscimento va a quei presidi che sono riusciti a mettere in atto i cosiddetti 10 passi per la promozione dell’allattamento esclusivo al seno e, tra le tante richieste cui ottemperare, c’è appunto quella di installare almeno 3 PIT-STOP nei punti più frequentati dell’Ospedale. Il KIWANIS realizzerà anche gli altri due.

Vogliamo ricordare anche i due bassorilievi realizzati dalla Fonderia Antonio Ciulli & Figlio ed installati in piazza della Repubblica ed in via Guicciardini prima di piazza Pitti: rappresentano la Firenze repubblicana e religiosa (piazza della Repubblica) e quella d’Oltrarno (via Guicciardini). Sono opere in bronzo per non vedenti e quindi in linguaggio Braille.

Questi sono alcuni dei service che il Kiwanis Club Firenze ha realizzato.

Per fare questo abbiamo bisogno del vostro aiuto.